Cassata siciliana

>> venerdì 13 novembre 2009






E' la classica cassata siciliana, nella versione catanese, ovvero senza il marzapane sotto la glassa che è invece presente nella versione palermitana . 


Non credo necessiti di particolari spiegazioni, è un semplice pand si Spagna tagliato e striscioline e utilizzato per rivestire una tortiera, o meglio una ciotola leggermente svasata, dal cui nome arabo prende origine il termine di "cassata".
E' importante, anzi fondamentale per la riuscita del dolce, che la ricotta sia freschissima; le proporzioni tra ricotta e zucchero sono di 10 : 4, ovvero per un chilo di ricotta bisogna utilizzare 400 gr di zucchero, non di più, pena un gusto decisamente stucchevole. La glassa è realizzata con zucchero impalpabile al quale va aggiunta la quantità di acqua necessaria ad ottenere un composto denso ma fluido, che scivoli bene sulla superfice della torta e che rapprenda velocemente.
Prima di ricoprire la cassata può risultare utile fare una prova di consistenza su di un piattino.
 

2 commenti:

Drums 18 novembre 2009 15:22  

Deve essere ottima.
Bisogna stare però molto attenti con la glassa che rischia di rovinare tutto.

Cinzia 23 novembre 2009 03:37  

E' vero, non è così semplice come può sembrare!!

Creative Commons License Questo blog è protetto da licenza Creative Commons: prima ddi utilizzare o diffondere qualsiasi contenuto si prega di chiedere l'autorizzazione al proprietario. MacondoExpress by Cinzia Arena is licensed under a Creative Commons Attribuzione-Non commerciale-Non opere derivate 2.5 Italia License. Permissions beyond the scope of this license may be available at http://macondoespress.blogspot.com/.

  © Blogger templates Sunset by Ourblogtemplates.com 2008

Back to TOP